VASTO - Hotel San Marco

Vai ai contenuti

Menu principale:

VASTO

La Città
Ridente cittadina che si affaccia sulla costa adriatica, vanta radici antichissime. Già dal tempo dei romani era stata Municipio, ma le testimonianze archeologiche rinvenute nella zona attestano origini ancora più antiche. La leggenda vuole che sia stato l’eroe greco Diomede nel 1170 a.C. a fondare la città.
Passando dalla leggenda alla storia, furono i Frentani, insediatisi sulla costa a fondare l’antica città di Histonium nel IX secolo a.C. La città ebbe il suo momento di splendore durante l’età imperiale in cui furnono eretti templi, edifici pubblici e probabilmente l’anfiteatro sul quale è poi sorta piazza Rossetti. Disseminati per la città si trovano ancora muri e testimonianze del passato glorioso di Vasto. Si possono inoltre ammirare reperti provenienti dai siti archeologici locali presso il Museo Civico di Palazzo D’Avalos.
Vasto nell’802 la città fu assediata e conquistata dall’esercito franco guidato da Aymone di Dordona che ebbe in affidamento la città in guastaldia, di qui il nome GUASTO DI AYMONE in seguito trasformatosi nell’attuale VASTO.
Nel XV secolo Vasto fu una signoria sotto il controllo di Giacomo Caldora, che lasciò alla città il magnifico Castello Caldoresco. Dal XVI al XVIII secolo furono i D’Avalos a controllare il centro, costruendo l’imponente Palazzo D’Avalos che svetta sulla costa all’interno del quale oggi sono ospitati ben tre musei civici: quello antico,il museo di arte moderna e il giardino napoletano di Palazzo D’Avalos che d’estate è aperto al pubblico. Vasto città d’arte e cultura. Inoltre è possibile visitare i resti delle Terme Romane, dove sono visibili, in ottimo stato, il mosaico di Nettuno ed un altro raffigurante scene marine.

L’elenco sarebbe lunghissimo ed interminabile delle meraviglie storiche che sono presenti a Vasto. Citiamo, tra le chiese, la Cattedrale di San Giuseppe e la chiesa di Santa Maria, come esempi di diversi stili artistici presenti in città. Non si può dimenticare la Loggia Amblingh che offre una delle più belle passeggiate della costa abruzzese. Oltre alla richezza storica del posto, è doverosa una visita alla Riserva Naturale di Punta Aderci, un vero e proprio gioiello naturalistico.

Vasto non è solo cultura e natura, ma anche tanto divertimento infatti oltre al lungomare di Vasto Marina, che ogni sera si riempie di ragazzi e ragazze fino a tarda notte, sono presenti numerosi locali, discoteche, ed un parco acquatico di divertimento come Aqualand. Durante l’estate l’agenda degli appuntamenti è fittissima, grandi concerti, serate danzanti, sagre di prodotti tipici, visite guidate, tornei sportivi e rievocazioni storiche come la tradizionale parata del Toson D’Oro.
Isole Tremiti
A circa 12 miglia al largo del Gargano si trovano le Isole Tremiti, definite per la loro incantevole ed incontaminata bellezza “le perle dell’Adriatico”. Il piccolo arcipelago è costituito dalle isole di  San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e, a circa 11 miglia da queste, dall’isola di Pianosa. Le acque cristalline delle Tremiti attirano ogni anno migliaia di turisti.

L'arcipelago delle Isole Tremiti in provincia di Foggia, dette anche isole Diomedee, sono meta preferita di moltissimi turisti amanti della natura e della tranquillità. Le perle di questo magnifico arcipelago sono San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e Pianosa. Alcune foto delle Isole tremiti. San Nicola  è il centro storico, religioso e amministrativo dell'arcipelago. Per le numerose tracce di un antico e glorioso passato, essa è considerata un museo a cielo aperto. L’isola misura ettari 42, ha uno sviluppo costiero di 3.700 metri, una lunghezza di 1.600 metri e un'altezza massima di m. 75.

San Domino è in buona parte ricoperta da boschi di Pino d’Aleppo, per la fertilità e spontaneità di fiori d’ogni colore, era chiamata dai monaci benedettini “Orto di paradiso”. Le acque sono limpide, la costa è frastagliata di cale, punte e scogli, mirabili sono lo scoglio dell'Elefante, dalla forma che assume ed i Pagliai, monoliti a forma di piramide somiglianti a veri pagliai. Facendo il giro dell'arcipelago in barca si possono visitare, tra l'altro, la Grotta delle Viole, del Bue Marino e delle Rondinelle. A San Domino si trovano le spiagge di Cala delle Arene, quella di Cala Matano e la spiaggia sotto i Pagliai, a quest'ultima si arriva soltanto via mare. L’isola si estende per 207 ettari, ha uno sviluppo costiero di 9.700 metri, una lunghezza di 2.600 metri e un'altezza massima di m. 116 alla punta della Cappella dell'Eremita.

Cretaccio è un ammasso roccioso di colore giallo per la sua natura argillosa e va scomparendo per le corrosioni incessanti degli agenti atmosferici e marini. L’isola misura 3,5 ettari, ha altezza di 30 metri ed uno sviluppo costiero di 1.300 metri. A 20 metri si trova lo scoglio della Vecchia.

Caprara (o Capraia o Capperaia), disabitata ma è interessante come le altre, alla punta del faro ha un architiello grandioso d’architettonica naturale. L’isola è vasta 45 ettari, lunga 1.600 metri, ha uno sviluppo costiero di 4.700 metri.

Costa dei Trabocchi

L’Abruzzo è conosciuto soprattutto come regione dei parchi nazionali e come regione montuosa, per le sue vette che sono le più alte del sistema appenninico.

L’Abruzzo però è anche una regione di mare, con chilometri di litorale ricchi di straordinari paesaggi, molto diversi tra di loro.

In provincia di Chieti questo litorale diventa interessantissimo, con calette, promontori, scogliere alte e frastagliate, che lo rendono unico e paragonabile alle coste oceaniche del Portogallo o della Scozia. Questo tratto, che si estende da Ortona a San Salvo, comprendendo San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Casalbordino e Vasto,  è noto come “Costa dei Trabocchi” e  assume il nome, appunto, dal trabocco, antica e tipica costruzione marinara, che è frequente incontrare sulla costa e ne è diventata il simbolo.

Parco Nazionale

Il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise è famoso in Italia, e un po' in tutto il mondo come modello per la conservazione della natura e la difesa dell'ambiente.

Negli ultimi 20 anni il parco ha potuto svilupparsi armonicamente grazie alla "zonizzazione" del territorio, che ha permesso di integrare conservazione e sviluppo e ad un accordo con i comuni del parco per superare i problemi urbanistici. Le visite al parco sono controllate e selezionate, e molte sono le realizzazioni per continuare a rendere questo parco sempre più moderno ed efficiente.

Il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise è famoso in Italia, e un po' in tutto il mondo come modello per la conservazione della natura e la difesa dell'ambiente.

Negli ultimi 20 anni il parco ha potuto svilupparsi armonicamente grazie alla "zonizzazione" del territorio, che ha permesso di integrare conservazione e sviluppo e ad un accordo con i comuni del parco per superare i problemi urbanistici. Le visite al parco sono controllate e selezionate, e molte sono le realizzazioni per continuare a rendere questo parco sempre più moderno ed efficiente.

Il Parco nazionale d'Abruzzo, è uno dei più antichi parchi d'Italia noto a livello internazionale per il ruolo avuto nella conservazione di alcune tra le specie faunistiche italiane più importanti, quali il lupo, il camoscio d'Abruzzo e l'orso bruno marsicano, nonché per le prime e numerose iniziative per la modernizzazione e la diffusione localizzata dell'ambientalismo. È ricoperto da boschi di faggio per circa due terzi della sua superficie. Si estende prevalentemente in territorio montano e pastorale, dove non è praticabile la coltura della vite e dell'olivo, sconfinando nel piano delle colture nella valle del Giovenco e in Val di Comino.

L’Hotel San Marco, di recentissima ristrutturazione, sarà la cornice perfetta per il vostro soggiorno a Vasto: nei nostri ambienti pratici ed eleganti potrete rilassarvi con tutti i comfort più moderni e in assoluta tranquillità.
SERVIZI

- Aria condizionata

- Carte di credito

- Cassaforte

- Deposito bagagli

- Internet Wi-Fi

- TV satellitare

CONTATTO RAPIDO
HOTEL SAN MARCO © 2016 P.IVA 01680000690
Torna ai contenuti | Torna al menu